Di seguito trovate il LINK alla Circolare Ministeriale sulla semplificazione in materia di collaudi (art. 78 Codice della strada).

 In particolare, il decreto individua le modifiche delle caratteristiche costruttive e funzionali dei veicoli per le quali, fermo restando l’aggiornamento della carta di circolazione, non è più richiesta la visita e prova presso i competenti Uffici del Dipartimento e, inoltre:
– specifica i requisiti per l’accreditamento presso gli Uffici Motorizzazione Civile delle officine di autoriparazione che eseguono le modifiche nell’ambito delle relative competenze;
– stabilisce le procedure per l’aggiornamento della carta di circolazione;
– individua le modalità di vigilanza da parte degli Uffici Motorizzazione Civile per le attività rientranti nel campo di applicazione del decreto.

Nel riportare i contenuti salienti del decreto, si forniscono anche le relative disposizioni complementari e le procedure applicative.

Rientrano nel campo di applicazione del decreto le seguenti modifiche:
1. Sostituzione del serbatoio GPL del sistema di alimentazione bifuel o monofuel;
2. Installazione gancio di traino sui veicoli delle categorie internazionali M1 ed N1;
3. Installazione doppi comandi per veicoli da adibire ad esercitazioni ed esami di guida;
4. Installazione dei seguenti adattamenti per la guida dei veicoli da parte di conducenti disabili

Per coloro i quali fossero interessati ad accreditarsi presso l’Ufficio Motorizzazione Civile territorialmente competente, per tali installazioni/modifiche, si invita ad una più attenta ed approfondita lettura.

Allegato A1: Modifiche ai veicoli per le quali l’aggiornamento della carta di circolazione non e’ subordinato a visita e prova

Allegato A2: Documentazione per l’aggiornamento della carta di circolazione

Allegato B: Schede di dettaglio e fac-simile dichiarazione

Allegato C: Disciplinare

Il Decreto con tutti gli allegati con i moduli potrete trovarli nell’allegato GU a questo LINK

LINK alla Circolare Ministeriale sulla semplificazione in materia di collaudi (art. 78 Codice della strada).

Antonio Cantarutti, 15/02/2021


Di seguito la nota di CNA:

Caro Associato,

Il ritardo intollerabile delle prenotazioni per il collaudo dei componenti installati nei veicoli con il quale autoriparatori e automobilisti può essere ridotto a seguito dell’entrata in vigore del Decreto in oggetto. CNA Autoriparazione nell’esaminare il testo normativo chiederà un incontro al Direttore Generale Alessandro Calchetti, per proporre di modificare il registro delle operazioni in forma cartacea con vidimazione manuale da parte degli Uffici, che a nostro parere, deve essere previsto anche in modalità informatica.

Con l’occasione CNA ritiene opportuno inviare le prime istruzioni operative utili agli Autoriparatori che utilizzeranno le procedure semplificate introdotte per l’aggiornamento alla Carta di circolazione nei casi previsti dal Decreto in oggetto.

Il Decreto indica le modifiche delle caratteristiche costruttive e funzionali anche con riferimento ai veicoli con ausili per le persone con disabilità, ai sensi dell’art.78 del Codice della Strada, per le quali non è più prevista la richiesta di visita e prova presso gli Uffici Territoriali della MCTC, ma solo l’aggiornamento della Carta di Circolazione.

REQUISITI E ADEMPIMENTI DELLE DITTE ESECUTRICI DELLE MODIFICHE

LE OFFICINE ESERCENTI L’ATTIVITA’ DI AUTORIPARAZIONE NELL’AMBITO DELLE SPECIFICHE COMPETENZE DOVRANNO

  • ACCREDITARSI PRESSO L’UFFICIO TERRITORIALE MCTC, DEPOSITANDO IL DISCIPLINARE PREVISTO ALL’ ALLEGATO C
  • RICHIEDERE IL RILASCIO DI UN CODICE ALFANUMERICO IDENTIFICATIVO (Ad ogni officina accreditata l’Ufficio Motorizzazione Civile assegna un codice identificativo meccanografico utilizzando la procedura già in essere per gli allestitori, senza però creare l’utenza per il sistema. Si ricorda che tale codice è formato da 6 caratteri alfanumerici: i primi due riportano la sigla della provincia dove ha sede l’officina…”)
  • RICHIEDERE ALLA MCTC LA VIDIMAZIONE DI UN REGISTRO CON PAGINE NUMERATE NEL QUALE ANNOTARE TARGA-TELAIO-INTESTATARIO-TIPO DI MODIFICA E DATA (…sicuramente Egaf l’avrà predisposto)
  • RILASCIARE, COME DA FAC-SIMILE PREVISTO NELL’ALLEGATO B, UNA DICHIARAZIONE DI ESECUZIONE DEI LAVORI A REGOLA D’ARTE, E SE PREVISTO CERTIFICAZIONE DI ORIGINE O DI CONFORMITA’.

ELENCO TASSATIVO DELLE MODIFICHE CON PROCEDURA SEMPLIFICATA

1 SOSTITUZIONE SERBATORIO GPL CON ALIMENTAZIONE BIFUEL O MONOFUEL

2 INSTALLAZIONE GANCIO TRAINO VEICOLO CATEGORIE M1 E N1

3 INSTALLAZIONE DOPPI COMANDI PER VEICOLI DA ADIBIRE A ESAMI O SCUOLA GUIDA

4 INSTALLAZIONE ADATTAMENTI SU VEICOLI UTILIZZATI DA DISABILI

  1. POMELLO AL VOLANTE
  2. CENTRALINA COMANDO SERVIZI
  3. INVERSIONE PEDALI ACCELERATORE-FRENO NELLA CONFIGURAZIONE SPECULARE ALL’ORIGINARIA
  4. SPOSTAMENTO LEVE COMANDI SERVIZI
  5. SPECCHIO RETROVISORE GRANDANOLARE INTERNO
  6. SPECCHIO RETROVISORE AGGIUNTIVO ESTERNE

AGGIORNAMENTO DELLA CARTA DI CIRCOLAZIONE

Il richiedente dovrà presentare domanda di aggiornamento della Carta di circolazione su Modello TT2119 con:

2 Attestati di versamento postale il primo di € 10,20 sul ccp 9001 e il secondo € 16,00 sul ccp 4028

Copia della Carta di circolazione o del Documento Unico

Dichiarazione dell’esecuzione a regola d’arte dell’intervento Allegato B

Certificato di conformità o di origine del componente o dispositivo

Eventuale nulla osta del costruttore del veicolo Disposizioni di cui al punto 2.1.1.3

Eventuali schede di dettaglio si singola tipologia di modifica come riportato nell’allegato B

L’emissione del tagliando adesivo è, per ora, riservato agli Uffici territoriali della Mctc ed è prevista una fase transitoria per la necessaria convivenza dei due sistemi operativi e per poter utilizzare i versamenti già effettuati.