Le suggestive location di Veneto e Friuli Venezia Giulia, con oltre quattromila ville venete, e l’Alto Adige con paesaggi e scenari naturali di indubbio fascino, sono sempre state tra le preferite per produzioni cinematografiche e televisive. Per promuovere la ricchezza di questo territorio e l’importanza che ricopre per il patinato mondo del cinema e delle produzioni televisive, CNA Alto Adige, CNA Friuli Venezia Giulia e CNA Veneto, con il supporto di CNA Cinema e Audiovisivo nazionale, hanno organizzato ieri, congiuntamente, il webinar “Nordest terra di cinema: sviluppo, servizi e attrattività del territorio”, al quale hanno partecipato oltre 60 imprese di produzione cinematografica delle tre regioni.

La prima sessione di lavoro, coordinata da Ivan Olgiati, presidente di CNA Cinema e Audiovisivo Emilia Romagna, ha visto gli interventi di Unipol Sai per la presentazione della polizza multirischi dedicata a produzioni cinematografiche per la realizzazione di cortometraggi, documentari, spot pubblicitari e altri prodotti audiovisivi, riservata agli associati CNA.

Poi, spazio alla tavola rotonda, moderata dal presidente nazionale di CNA Cinema e Audiovisivo Gianluca Curti, e incentrata sugli elementi di attrattività di questo territorio, ricercatissimo location per i set cinematografici, attorno ai quali ruotano moltissimi mestieri di artigiani e imprese legate alla filiera del cinema tra acconciatori, truccatori, costumisti, scenografi, arredatori e musicisti.

Gianni Sarti, segretario CNA Alto Adige, ha annunciato l’imminente costituzione di un coordinamento CNA Cinema e Audiovisivo regionale che muoverà i suoi primi passi in un terreno reso fertile dall’attività di Trentino Film Commission e IDM Film & Fund Commission che, dal 2010, sostiene le produzioni cinematografiche e televisive sul territorio attraverso i finanziamenti, i servizi, lo sviluppo del settore e del territorio.

“Anche in Friuli Venezia Giulia – ha sottolineato Roberto Fabris, segretario CNA Friuli Venezia Giulia, CNA si candida al ruolo di principale rappresentante delle imprese del cinema e dell’audiovisivo. Stiamo allestendo una importante rete di supporto alle imprese, fatta di professionisti e funzionari dedicati a queste numerose ed importanti imprese del nostro territorio”.

Sul valore delle sinergie attivate come Nordest, utili a rafforzare il lavoro di valorizzazione delle numerose maestranze e sulla importanza della collaborazione con le Film Commission Regionali, a supporto delle opportunità di business, servizi e rappresentanza di un comparto importante per la ripresa del nostro Paese, si è soffermato Matteo Ribon, segretario CNA Veneto, il quale ha comunicato che nel 2021 anche in Veneto si attiverà il raggruppamento CNA Cinema e Audiovisivo.

Durante l’evento, a cui hanno preso parte Birgit Oberkofler Head Film Fund & Commission-IDM Sudtirol, Federico Poillucci, presidente Friuli Venezia Giulia Film Commission, Paolo Vidali, direttore Fondo Audiovisivo Friuli Venezia Giulia e Jacopo Chessa, direttore Veneto Film Commission, sono stati presentati anche i bandi regionali a sostegno del settore.

Clicca qui per altre notizie della categoria.