È uscita la circolare Inps 65/2021 con i dettagli e le modalità operative per l’assegnazione del cosiddetto “bonus 2.400 euro” a supporto di alcune categorie lavorative colpite dall’emergenza epidemiologica da Covid. Lo comunica lo stesso Istituto nazionale di previdenza ricordando che lo stesso bonus è previsto in attuazione dell’art. 10 del DL 22 marzo 2021, n.41 (Decreto Sostegni). Una piccola boccata di ossigeno per i tanti lavoratori del comparto autonomo tartassati da più di anno dagli effetti nefasti della pandemia collegati alle chiusure.

Le categorie a cui spetta il bonus

Ecco le categorie che potranno usufruire di questo sostegno economico per i danni ricevuti a causa della diffusione del Covid 19:

  • lavoratori stagionali, lavoratori a tempo determinato e lavoratori in somministrazione dei settori del turismo e degli stabilimenti termali
  • lavoratori stagionali e in somministrazione di settori diversi dai settori del turismo e degli stabilimenti termali
  • lavoratori intermittenti
  • lavoratori autonomi occasionali
  • lavoratori incaricati delle vendite a domicilio
  • lavoratori dello spettacolo

 

La domanda possibile in settimana

La procedura per l’acquisizione delle domande da parte di nuovi beneficiari, comunica sempre l’Inps, così come individuati dal Dl Sostegni, sarà attiva entro questa settimana sul portale Inps al termine delle necessarie fasi di adeguamento amministrativo e di sviluppo informatico. L’Inps ricorda anche che ha già provveduto a liquidare questo bonus agli oltre 235mila lavoratori delle medesime categorie già beneficiati dalle precedenti indennità previste dal Decreto Ristori- quater.

Proroga dei termini della domanda

Il termine per la presentazione delle domande, questa l’altra novità annunciata dall’Istituto di previdenza, è stato posticipato da fine aprile al 31 maggio. Questo per consentire ai nuovi aventi diritto un sufficiente periodo di tempo per le domande.

L’aiuto del Patronato Epasa-Itaco

Come di consueto il Patronato Epasa-Itaco è a disposizione di tutti i cittadini che abbiamo intenzione di fare domanda. Basterà trovare la sede a sé più vicina collegandosi al sito www.epasa-itaco.it e prendere appuntamento secondo le proprie necessità. Un operatore qualificato sarà a disposizione per seguire correttamente tutta la procedura e verificare il buon esito della domanda.

Clicca qui per leggere tutte le notizie del Patronato Epasa – Itaco.