La Commissione europea ha pubblicato oggi le proprie previsioni economiche d’estate per il 2021, l’analisi periodica relativa ai livelli annuali e trimestrali del PIL e dell’inflazione per l’anno in corso e l’anno successivo per tutti gli Stati membri e per la zona euro.

A livello generale, la Commissione rileva come l’economia europea si riprenderà più rapidamente del previsto, dal momento che l’attività nel primo trimestre dell’anno ha superato le aspettative e il miglioramento della situazione sanitaria ha portato a un più rapido allentamento delle restrizioni sul controllo della pandemia nel secondo trimestre. L’economia dell’Ue a 27 e dell’area euro dovrebbero dunque espandersi del 4.8% quest’anno e del 4.5% nel 2022, con il ritorno del PIL reale al livello pre-crisi nell’ultimo trimestre del 2021.

Nel focus paese relativo all’Italia, i principali rilevamenti delle previsioni comprendono:

  • una crescita del PIL reale del 5% nel 2021 e del 4.2% nel 2022;
  • ruolo centrale degli investimenti pubblici e privati quali motori di crescita;
  • un’inflazione media annua per il 2021 dell’1.4% e dell’1.2% nel 2022.

 

La documentazione ufficiale della Commissione europea è disponibile al LINK.